Camogli, sagra del pesce numero 68

Tutto il sapore del mare di Liguria è proposto a suon di assaggi di pesce fritto, in occasione della festa

in onore di San Fortunato, patrono dei pescatori, in programma domenica 12 maggio nel porticciolo del borgo. La sagra è nata nel 1952 dal gesto spontaneo di alcuni abitanti di Camogli i quali distribuirono gratuitamente a turisti e residenti una frittura di pesce. La consuetudine si ripropone ogni anno ed è ormai un gesto rituale di accoglienza nei confronti dei turisti che affollano puntualmente la manifestazione. Il pesce viene fritto in una padella ormai diventata simbolo della sagra, dalle notevoli dimensioni: 3,8 metri di diametro con 6 mt. di manico, 2,8 tonnellate di peso e una capacità di 2000 litri. La sera della vigilia si svolge una celebrazione religiosa in onore del Santo, con la processione dell'Arca di San Fortunato e l'incendio dei falò. La frittura viene effettuata domenica: dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Pin It

GenovaSì TV

Notizie

Cultura

Spettacoli

Sport