Il Pd con i lavoratori del Luna Park

Dopo cento anni di divertimento e tradizione, le luci del Luna Park più grande e importante d'Europa

rischiano di spegnersi per Genova. 

Con inevitabili conseguenze sui lavoratori coinvolti e sull'indotto che questa attività porta con sé nel quartiere della Foce.

Sono mesi che gli operatori del Luna Park di Genova attendono risposte chiare e concrete da parte della giunta di centrodestra a guida Marco Bucci sul trasferimento dei "baracconi" dall'ormai tradizionale e consolidato allestimento nella zona di piazzale Kennedy, che verrà occupato in futuro da un cantiere di servizio dei lavori per il waterfront del Levante, a un'area alternativa non ancora individuata.

Ieri pomeriggio le associazioni di esercenti del Luna Park sono arrivate in Consiglio Comunale per manifestare difficoltà e incertezze della propria situazione attuale. 

Secondo il Pd di via Garibaldi, “vi sono gravi incertezze, purtroppo, anche dopo l'incontro odierno tra gli operatori, i capigruppo e l'assessore al Commercio, Paola Bordilli: da parte dell'amministrazione non è stata fornita alcuna soluzione su questo fronte e non si è avuta nessuna indicazione riguardo la nuova area individuata.

Riteniamo grave questo atteggiamento della giunta, che non dimostra affatto di voler preservare questa attività storica e preziosa per Genova e  tutelare i suoi lavoratori”.
Preoccupato anche il responsabile dei baracconi, Uga, che punta il dito sulle loro famiglie che hanno bisogno di certezze.

ultimi articoli nelle categorie