Cornigliano, via ai lavori nel 2019

Dopo circa quindici anni di papiri, progetti, riunioni, bozze, pareri di esperti, sovvenzioni pubbliche / statali

mai arrivate, ecco che si fa finalmente sul serio per il restyling totale di una delle vie più degradate del ponente genovese, via Cornigliano, diventata ormai una babele multirazziale in mano a sporcizia, degrado e delinquenza. Gli ormai pochi cittadini rimasti, schiacciati da ecuadoriani, albanesi, romeni, marocchini, che nemmeno le luci di Natale si possono gustare per via dell’aumento dell’islam o di altri fede para cristiane, da anni invocano un intervento radicale, che trasformerà l’arteria ponentina in una bellissima ed elegante via, che farà ritornare ai fasti del 1926 Cornigliano, quando era un comune autonomo, al pari della vicina Sampierdarena.
Si dovrebbe partire tra gennaio e marzo e l’intervento riguarda la completa riqualificazione di Via Cornigliano, che si estende da piazza Massena (a levante) a piazza Savio (a ponente), dalla stazione ferroviaria.
La riqualificazione della strada prevede la riduzione della carreggiata veicolare con correlata riduzione della velocità e il conseguente allargamento dei marciapiedi che comprenderanno le piste ciclabili.

I lavori includono la ridefinizione delle fermate autobus, dei parcheggi e dei punti di raccolta rifiuti, l rifacimento delle pavimentazioni, la collocazione di nuovo arredo urbano, l’implementazione del verde e l’illuminazione scenografica. Sono previsti, inoltre, totem landmark agli ingressi della strada e una segnaletica, integrata alla pavimentazione, dedicata all’indicazione delle ville storiche presenti nel contesto. 

ultimi articoli nelle categorie