Riattivare la ferrovia sotto al Morandi

In attesa del decreto su Genova – nella speranza che il governo capisca che il problema non riguarda solo la zona

rossa, ma l’economia dell’intera città e augurandoci che finisca lo stucchevole balletto sul commissario per la ricostruzione - sono due le priorità fondamentali: gli sfollati, per i quali è già stato avviato un percorso, e la riattivazione delle linee ferroviarie sotto il ponte Morandi. In quest’ultimo caso il tema centrale, nel rispetto della magistratura e delle norme di sicurezza, è riconsegnare al più presto quelle aree a Rfi per rimuovere i detriti e far ripartire i traffici merci e passeggeri. Si tratta di una priorità importantissima per il porto e quindi per l’economia dell’intera città, perché ogni giorno che passa salgono i costi per gli operatori portuali e aumentano i teu trasportati su gomma invece che su rotaia. Inoltre si sta esaurendo il carburante delle navi, i cui rifornimenti arrivano via treno proprio attraverso la linea ferroviaria attualmente interrotta. 

ultimi articoli nelle categorie