Viabilita’ genovese nel caos totale

La nuova strada per i veicoli industriali che attraverso la viabilità interna dello stabilimento

dell'Ilva collegherà da domani il bacino di Sampierdarena con quello di Voltri-Prà, per evitare che il traffico pesante e quello leggero viaggino insieme sul lungomare Canepa e su via Guido Rossa, sarà inaugurata domani ma sarà ancora incompleta a causa di un ponte che non è considerato sicuro. L'Albo pretorio del Comune di Genova ha infatti pubblicato un'ordinanza dirigenziale del settore Mobilità e Trasporti che impone il divieto di transito ai mezzi superiori alle 7,5 tonnellate sul ponte di via Pionieri e Aviatori d' Italia, tra Cornigliano e Sestri Ponente.
Questo è un breve viadotto che collega il casello autostradale all'aeroportoe quindi alla nuova strada a mare. L'ordinanza nasce da una relazione di qualche giorno fa, redatta su incarico del Comune di Genova, e prende atto della rilevazione di uno stato di "degrado e danneggiamento di alcuni elementi del viadotto stesso".
A causa del divieto, i veicoli industriali provenienti dall'autostrada e diretti in porto dovranno compiere il tragitto delle autovetture per innestarsi sulla strada Guido Rossa ancora per qualche settimana. "Sarà però una misura solo transitoria – spiega Monica Bocchiardo, vicecomandante della polizia locale – il viadotto tornerà percorribile dopo che saranno effettuati alcuni lavori di consolidamento, per i quali sarà necessario almeno un mese".

ultimi articoli nelle categorie