Il progetto ex scalo di Camogli

Panoramica di Camogli

L’On. Roberto Traversi del Movimento Cinque Stelle, eletto alla Camera dei Deputati, presenta

un interrogazione Parlamentare alla Commissione Ambiente per rivedere e rivalutare il Progetto denominato “Ex Scalo di Camogli”.

Il progetto, portato avanti dal Comune di Camogli prevede la realizzazione di 230 box privatie la concessione perpetua del sottosuolo della via pubblica alla concessionaria, la Società NOVIM, che non ha rispettato le prescrizioni VIA e VAS che sarebbero state da rivedere considerate le modifiche del progetto originario che prevedevano una finalità pubblica, la realizzazione di 36 parcheggi pubblici, non più prevista dal progetto in corso.

La modifica del progetto prevede una revisione delle autorizzazioni che non è stata richiesta dal Comune alla NOVIM seppur esistente una prescrizione della Regione Liguria mai rispettata dal Comune stesso.

Il progetto prevede lo scavo e la successiva movimentazione di quantità di rocce notevoli che comporteranno  5/6.000 viaggi di camion da e per il cantiere che bloccheranno Camogli per stimati circa 4 anni con un notevole impatto sul turismo e sulle attività commerciali senza nessun beneficio per la cittadinanza visto che non si ravvisa più nessuna finalità pubblica. Il progetto complessivo prevede la realizzazione di uno scavo successivo per la realizzazione di 225 posti auto a rotazione. Per questo secondo lotto, che ha un interesse pubblico, non si sanno né i tempi né le modalità di finanziamento. Nel programma elettorale del Sindaco appena eletto, oltre alla volontà di proseguire il progetto dell’area ex-scalo, c’è quello di avviare la stesura del PUC (Piano Urbanistico Comunale). Si realizza quindi un progetto di enorme impatto prima di realizzare gli studi complessivi sulla città che permetterebbero di verificarne l’effettiva utilità.

ultimi articoli nelle categorie