Bagnasco: uscire migliori dopo ponte Morandi

Parole confortanti, scritte col cuore, quelle del Cardinale di Genova Angelo Bagnasco, ad un mese

e mezzo dalla tragedia del ponte Morandi a Genova. Si era partiti bene, con tante mosse e velocità in favore degli sfollati genovesi, ma l’inverno si avvicina e cresce il malumore della Genova ferita dalla tragedia. Bagnasco osserva: <C’è stato una specie di gusto nel raccontare il male e le storie terribili attorno a questa tragedia di Genova. Invece bisogna aumentare la fiducia. Per esempio le istituzioni si sono mosse molto bene, in tempi rapidi, nell’aprire una nuova strada, quella dell’Ilva. I tecnici e funzionari si sono messi in moto con una eccezionale velocità. E poi non dobbiamo dimenticare le parrocchie ed i laici che si sono subito adoperati per gli sfollati genovesi. Non dimentichiamo, che la chiesa cattolica risulta essere l’ente con il più alto numero di volontari>.

ultimi articoli nelle categorie