Continua la pesca del rossetto in Liguria

Se i bianchetti nell’Adriatico erano un po’ il fiore all’occhiello dell’ittico italiano sul versante

orientale (furono vietati dalla Ue per motivi di igiene, scatenando le furiose proteste dei pescatori di Chioggia, Ancona e Bari, ma anche a Trieste), quella del rossetto è uno dei colpi da cilindro del mar Tirreno e quindi della nostra Liguria.
Viene concessa, per fortuna, la possibilità da parte dell’Unione Europea, di continuare la pesca del rossetto effettuata con sciabiche da natante utilizzate da imbarcazioni: registrate nella Direzione marittima di Genova e Livorno; aventi un’attività comprovata di oltre cinque anni in questo tipo di pesca e per le quali sia escluso qualsiasi aumento futuro dello sforzo di pesca; titolari di un’autorizzazione di pesca e operanti nell’ambito del piano di gestione.

 

ultimi articoli nelle categorie