La Marcia della Memoria a Genova

La Sinagoga genovese, dietro a via Assarotti, in pieno centro

In programma domani alle 17,30 in Galleria Mazzini, la comunità ebraica Genovese organizza

con la Comunità di San Egidio e il Centro culturale Primo Levi: “La Marcia della Memoria”.
Si ricorda un episodio tra i più tragici della Seconda Guerra Mondiale che ha segnato la città di Genova per la sua cruenta e violenza nei confronti della comunità sionista.
Era il 3 novembre del 1943, nel periodo dell'occupazione nazista, la sinagoga di Genova fu invasa dalle truppe SS che sterminarono i membri della comunità sotto un vile tranello. Tra le vittime di quella strage: il rabbino capo Riccardo Pacifici e il custode Bino Polacco, con la sua famiglia.
Una stele marmorea, posta al di fuori dell'edificio, ricorda i 301 ebrei genovesi, periti, vittime della deportazione nazifascista.
La Marcia ricorda quanto sia importante rileggere i diritti, dettati dall'articolo 3 della Costituzione, e la sua applicazione effettiva nella vita di tutti i giorni. (barb. cast.).

ultimi articoli nelle categorie