Liguria di nuovo in ginocchio per il maltempo

L’Italia e la Liguria tutta sono state nuovamente travolte dal fango e flagellate dalla pioggia e da venti

impressionanti. Famiglie distrutte, morti, imprese in ginocchio, spiagge squassate dal vento e dal mare e boschi letteralmente spazzati via. Ma non si poteva fare proprio nulla per impedire o quantomeno mitigare questi danni?

Esisteva una specifica “Unita di Missione” contro il dissesto idrogeologico, una sorta di sezione dedicata e specifica della Presidenza del Consiglio. Esistevano fondi ed importanti finanziamenti. Si potevano ottenere dall’Europa 800 milioni mirati contro il dissesto idrogeologico.

Ma il Governo del cambiamento Lega-M5S ha chiuso l’Unità di Missione, sottolinea il deputato ligure, di Albenga, Franco VAzio del Pd, e revocato i relativi finanziamenti. Quindi poi ha rifiutato, in modo incomprensibile, quanto si sarebbe potuto ottenere dall’Europa.

Certo noi liguri conosciamo bene quanto sia inefficiente la Lega (altro duro attacco di Vazio, il primo a lanciare Marco bucci nel ruolo di commissario straordinario per il ponte Morandi), che con il suo assessore regionale all’agricoltura Mai, indecorosamente coperto dal presidente Toti, ha fatto perdere oltre 16 milioni di euro di risarcimenti per danni alluvionali agli agricoltori liguri e di Albenga. Conosciamo bene la capacità del “Governo del Cambiamento” di dire una cosa e fare il contrario, cioè il nulla…

Non mi sarei però mai aspettato di vedere il Ministro dell’Interno Salvini a sorridere di fronte a questi disastri e di ascoltare una sua risposta di “triste memoria” a chi lo criticava... “Me ne frego!”.

Il passato Governo e l’Unità di Missione contro il dissesto idrogeologico avevano pianificato per la Liguria più di 15 milioni di euro, di cui oltre la metà per Albenga.

Il “Governo del Cambiamento Lega-M5S”, dopo aver smontato tutto quello già fatto, ha stanziato invece solo 50 mila euro per tutto il Savonese!

ultimi articoli nelle categorie