Far ripartire la val Polcevera

Via Walter Fillak, nel cuore della zona rossa

Far ripartire Genova e la Valpolcevera, dopo la tragedia di ponte Morandi. Mettere in comune idee

e proposte dal basso, per dare una risposta agli abitanti della zona rossa e della zona arancione, alle famiglie delle vittime, alle tante imprese danneggiate, ai lavoratori che rischiano il posto di lavoro, ma anche a un’intera città tagliata in tre e che il prossimo anno rischia di perdere 4 miliardi di Pil.

Sono questi gli obiettivi dell’assemblea pubblica organizzata dal Gruppo del Partito Democratico in Regione Liguria, in collaborazione con i Gruppi comunali del Pd e della Lista Crivello del comune di Genova, giovedì 8 novembre alle 21 al Teatro Rina e Gilberto Govi di via Pastorino 23 a Bolzaneto. Un incontro aperto a tutti e con la partecipazione attiva della cittadinanza. I fronti sono tanti: i risarcimenti, la sanità, i trasporti, il commercio, il porto e l’intera economia della città.

Nel corso dell’evento si parlerà anche del Decreto Genova varato dalla maggioranza giallo-verde: misure insufficienti e tuttora inadeguate, che hanno trovato la dura opposizione del centrosinistra, ma anche di tutto il territorio, dai cittadini alle associazioni, dai sindacati alle imprese.

“Discutiamo insieme su come modificare la rotta sbagliata sin qui intrapresa dal governo e su come ripartire dopo l’emergenza, con un progetto rinnovato di città – sottolineano gli organizzatori dell’assemblea pubblica – E visto che il Decreto Genova non risponde a tante delle istanze mosse dal territorio (pur essendo stato in parte migliorato grazie agli emendamenti delle opposizioni), la prossima battaglia sarà sulla Legge di Bilancio 2019, per trovare nuove risorse per aiutare Genova a guardare al futuro”.

ultimi articoli nelle categorie