M. Scajola: in aiuto degli stabilimenti

Una vera e propria ecatombe, da ponente a levante, passando per Genova, il Tigullio

, le due riviere. Insomma, gli stabilimenti balneari della Liguria si leccano le ferite per danni che mai sono stati così ingenti come quelli contati dopo l’ultima catastrofica mareggiata (addirittura a Sestri Levante, le monde della Baia del Silenzio sono finite quasi sulla Baia delle Favole, con tutte le barche dei pescatori scaraventate di oltre 150 metri verso le case).
<Abbiamo ascoltato richieste legittime - ha commentato l'assessore al demanio Marco Scajola da Imperia, di Forza Italia - Ci aspettiamo dal Governo risposte concrete sotto forma di fondi per il territorio. Da parte nostra ci dobbiamo impegnare per snellire al massimo le pratiche urbanistiche accelerando la possibilità di ricostruzione. Sul tema dei ripascimenti e della protezione degli arenili apriremo una discussione col ministero dell'Ambiente: serve una politica nazionale perché queste situazioni si possono ripetere non solo in Liguria ma in tutta Italia. Il Governo deve intervenire subito, anche alla luce di questi recenti gravi fatti meteorologici, per fare in modo che l'italia esca dalla direttiva Bolkestein, oppure che nell'immediato ci siano proroghe trentennali dando così garanzie agli imprenditori balneari che vogliono investire e ricostruire, ma che possono farlo solo se hanno certezze>.

ultimi articoli nelle categorie