Dall’8 dicembre il presepe meccanizzato

Torna dal giorno dell’Immacolata Concezione, il prossimo sabato, 8 dicembre, il Presepe meccanizzato

di Campo Ligure, in valle Stura, una tradizione che si perde fin dalla seconda metà dell’Ottocento, tramandata di generazione in generazione dagli abitanti della vallata del Turchino. Per alcuni anni, tra i Trenta ed i Quaranta, il presepe venne esposto in luoghi diversi a Genova. Nel secondo dopoguerra tornò a Campo Ligure, non vi restò a lungo, infatti ebbe inizio una lunga serie di trasferimenti, fino a quando nel 1976 Macciò ripropose una grande edizione del presepio nell’ atrio di San Sebastiano e Rocco. Da quel momento aumentò in maniera sensibile il numero delle statue, ma l’apparato scenico divenne sempre più complesso grazie alla collaborazione della figlia di Macciò, la professoressa Carla, ed il pittore ceramista De Vignola.

ultimi articoli nelle categorie