Come sono lontani i tempi di don Galli!

Don Galli

Alla chiesa della Consolazione, la “santa Rita” per i genovesi grazie alla statua della santa

della vista all’inizio della parrocchia del centro città, come sono cambiati i tempi da quando vi era Don Galli, il funambolico prete sampdorianissimo (si narra che non voleva confessare i genoani! Bah!), scorbutico, istrionico, addirittura amante degli apertivi (lo si vedeva spesso nei dehors dei bar tra via Galata, via Colombo, piazza Colombo e via San Vincenzo). Ebbene, da quando don Galli è stato poco bene, è cambiato tutto nella chiesa di via XX Settembre. Addio al Presepe che era presente all’inizio della navata lato ponente, ma eccolo nella sacrestia, la seconda entrata, quella del cinema parrocchiale, quindi un’alternanza di preti ad offiziare la Santa Messa: dal barbuto prete progressista, all’anziano conservatore, allo straniero aperto al dialogo con tutti e dallo strano accento.

ultimi articoli nelle categorie