Moncone ovest, la parata dei selfie

Il moncone ovest di ponte Morandi smembrato

Anche se di esplosivo non c’è stato nulla, la dinamite è rimasta nei depositi, e il metodo

dello smantellamento del moncone ovest (quello lato Savona) è stato lento e troppo costoso, l’evento si è purtroppo trasformato in un evento mediatico. Ed era proprio quello che i genovesi non volevano, come hanno ribadito nello striscione apparso nella notte tra giovedì e venerdì, quando hanno iniziato a fiutare nell’aria che si stava trasformando il tutto in una parata da circo sui massimi sistemi. Nulla per rispettare il dolore delle vittime e dei loro parenti, degli sfollati, di chi ha perso per sempre un posto di lavoro. L’abbattimento del moncone ovest di Ponte Morandi, quello meno problematico visto che non vi sono sotto le case come nel moncone est, si è trasformata in una corsa al selfie, con migliaia di genovesi che si sono posizionati con i loro smartphone tra la collinetta di Coronata, quella di Sampierdarena Belvedere dal campo del “Morgavi”, altri ancora al forte Begato sopra il Righi, altri a Granarolo alta, dal campo di mini golf. Sui social si sono sbizzarriti, senza contare il fatto che sono stati allettati dalle presenze del Premier Giuseppe Conte e dal Ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli.

ultimi articoli nelle categorie