Venerdi' 15 sciopero per il clima

Il parco dell'Acquasola, in centro città

Il prossimo venerdi 15 marzo ci sarà un appuntamento nazionale di "Friday for Future"

, lo "sciopero per il clima" lanciato a livello mondiale dal movimento formato da giovani e studenti, che ha preso avvio dall'iniziativa coraggiosa di Greta Thunberg, la 15enne svedese che ogni venerdì protesta davanti al parlamento di Stoccolma per esortare le classi dirigenti a ‘darsi una mossa’ per fermare il cambiamento climatico. Una battaglia la sua, partita in sordina il 20 agosto scorso e che in poco più di 6 mesi si è trasformata in un movimento studentesco globale senza precedenti.

In occasione della manifestazione nazionale di venerdi 15 marzo anche Federparchi, l'associazione nazionale che raccoglie tutte le aree protette italiane, ha deciso di aderire all'iniziativa ritenendo che proprio dalle buone pratiche delle aree protette possa arrivare un contributo significativo verso politiche di mitigazione ed adattamento ai mutamenti climatici che incombono sul nostro pianeta.

Il presidente nazionale Giampiero Sammuri illustra le motivazioni della partecipazione alla manifestazione.

Anche i parchi e le aree protette liguri, riuniti in Federparchi Liguria, contribuiranno a questa iniziativa, attraverso una attivazione dei loro Centri di Educazione Ambientale (CEA), ciascuno in contatto costante con gli insegnanti e gli studenti di decine di istituti scolastici di ogni ordine e grado, per sensibilizzare ai temi di un corretto utilizzo delle risorse e dell'energia e coinvolgerli in comportamenti virtuosi che - estesi anche alle famiglie - possano fattivamente contribuire, dal basso e permanentemente, ad una riduzione dei rischi per il clima derivanti da abitudini non corrette.

ultimi articoli nelle categorie