Un libro di sinistra

La copertina del volume

Sabato 9 marzo, alle ore 11.00, presso la Biblioteca del Mare, in Via Benedetto Brin a Riva Trigoso

(Genova), si terrà la presentazione del libro “La sinistra e la scintilla. Idee per un riscatto”, Donzelli editore 

 

L'autore, Giuseppe Provenzano, nato nel 1982 in Sicilia, ha studiato alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, ed è esperto di politiche di coesione nazionali ed europee. Dal 2016 è ViceDirettore dello Svimez. Autore di diversi saggi sullo sviluppo del Mezzogiorno, collabora con diversi giornali e riviste. È stato componente della Direzione Nazionale del Partito Democratico. 

 

Con l’autore, si confronteranno Luca Borzani, storico, Valentina Ghio, Sindaca di Sestri Levante e Luca Garibaldi, Consigliere regionale. 

 

Modera l'incontro Roberto Pettinaroli, responsabile Redazione Levante Secolo XIX

 

Il libro di Provenzano parte da una riflessione dopo le elezioni del 4 marzo 2018: la sinistra non ha perso, s’è persa. Riformisti e radicali, “vecchi” e “nuovi”, hanno lasciato che un intero patrimonio di conquiste regredisse e andasse in rovina. Ma la sconfitta non è un destino, e nel libro sono contenute proposte per un possibile riscatto. Calarsi nelle fratture ed individuare le frontiere concrete dell’uguaglianza. Dare nuova linfa alla radice del lavoro, orientare e indirizzare l’innovazione per una crescita inclusiva e sostenibile. Ridare valore alla cosa pubblica, ricostruire lo Stato e rifondare l’Europa. Risalire da una dimensione programmatica a un’idea di società, abbattere il muro che separa gli escludi dagli inclusi. Il nuovo governo gialloverde, con tinte sempre più nere, sta conducendo a una regressione economica, sociale, democratica. La sinistra deve ripensarsi a fondo. Scuotersi, reagire, combattere. Ripartire dalla forza dei principi e dalla credibilità delle persone, dalle tante “scintille” di cambiamento presenti nella società. C’è sempre un’alternativa: il compito della sinistra è di costruirla.

ultimi articoli nelle categorie