Altre curiosita' elettorali

Roberta Pinotti del Pd, che batosta la sua!

Non terminano di stupire i risultati scrutinati a Genova e provincia nella lunga notte

elettorale del 4 - 5 marzo. Innanzitutto, Nervi e la sua Sant'Ilario (collina arci vip alle spalle di Nervi), hanno voltato le spalle al fondatore del Movimento Cinque Stelle, Beppe Grillo, i cui dati sono di gran lunga inferiori rispetto al resto di Genova (circa sei punti in meno).
Tutta la "rossa" Valle Stura, che raggruppa i comuni di Masone, Campo Ligure, Rossiglione e Tiglieto (dive fino a tre giorni fa vi era mezzo metro di neve) passa in blocco dal Pd ai post grillini. Anche in valle Scrivia, per la prima volta, si passa dal centrosinistra al Movimento 5 Stelle, mentre il centrodestra fa il pieno a sorpresa a Torriglia (crollo del Pd, dove Claudio Burlando ha la sua casa), e nei piccolissimi comuni dell'Alta Val Trebbia raggiunge percentuali bulgare, attorno al 70-75%. Incredibile la batosta del Ministro genovese Roberta Pinotti, che nel suo collegio finisce terza dietro al Movimento 5 Stelle (enclave gialle in un mare blu nel Nord Italia) e addirittura al centrodestra. Sempre terza la Pinotti nella sua Sampierdarena, come nelle primarie per il sindaco del 2011, quando finì con la medaglia di bronzo dietro a Marco Doria e alla Marta Vincenzi.

ultimi articoli nelle categorie