Pirondini: combattere la poverta', non i poveri

Luca Pirondini, fu il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle nel 2017

Il Daspo per combattere il degrado urbano non può, in una società civile, prevedere

delle sanzioni amministrative per chi vive nella povertà più assoluta e nella disperazione. Oltretutto la cernita e manipolazione delle sostanze di rifiuto - dice Luca Pirondini capogruppo M5S in Comune -   è già prevista dall’articolo 2 del regolamento per l’igiene del suolo e dell’abitato. Quindi, al di là della paradossale volontà  di sanzionare chi per sopravvivere è costretto a rovistare nella spazzatura e di certo non può pagare una multa, è chiaro  che questa boutade sia solo un'azione di pura propaganda della giunta Bucci e dell'Assessore Garassino per mostrare il pugno duro a chi  considera la povertà una colpa. Una boutade che però impiega il Consiglio Comiunale distraendolo da compiti e priorità ben più importanti per la città. 

Dobbiamo combattere la povertà, non i poveri, per questo motivo abbiamo chiesto con un emendamento - continua Luca Pirondini  - di eliminare dal testo della delibera proprio il paragrafo che riguarda i provvedimenti DASPO per chi rovista nella spazzatura. L'emendamento è stato respinto dall'Assessore Garassino che ha sostenuto che il provvedimento vale per i ricchi tanto quanto per i poveri. Come se i ricchi rovistassero nella rumenta." Conclude Pirondini.

ultimi articoli nelle categorie