Crivello: Tursi depotenzia i Municipi

Gianni Crivello

Dal primo maggio i Municipi, per rispondere alle richieste dei cittadini, rischiano di dover attendere

il via libera da Genova su ogni decisione presa. 

Lo stabilisce una determina dirigenziale approvata, a sorpresa, il 14 marzo scorso e che diverrà operativa, appunto, il primo maggio. Questo provvedimento, con evidenza, delegittima il personale municipale e accentra sempre più a Tursi il potere decisionale e le responsabilità. In questo modo si depotenziano i Municipi, che invece dovrebbero essere il primo punto di ascolto, ma anche di operatività, dell'amministrazione per rispondere ai bisogni degli abitanti della città, con tutte le sue delegazioni.  

Di fronte a questo cambiamento, sostanziale e preoccupante nell'ottica di un buon funzionamento della civica amministrazione, abbiamo chiesto la convocazione di una Commissione Consiliare urgente con audizione dei Municipi. Una decisione di questo tipo avrebbe dovuto essere discussa in aula e invece non c'è stato alcun confronto con il Consiglio. 

A questo punto chiediamo con forza chiarezza al sindaco e alla sua giunta: si vuole accentrare o decentrare? Perché consiglieri di maggioranza, insieme ai colleghi di minoranza, stanno lavorando su proposte di modifiche regolamentari al fine di sostenere i Municipi. E la giunta, invece, fa esattamente il contrario, assumendo un atteggiamento che, purtroppo, ormai non ci stupisce più.

 

I consiglieri comunali del Gruppo PD e di Lista Crivello

ultimi articoli nelle categorie