P. Morandi, M5S contro Fratelli d’Italia

Antonio Oppicelli, esponente genovese di Fratelli d'Italia che si era candidato al Senato senza fortuna

e che vanta ben tre incarichi in società del Comune di Genova, si è distinto su Facebook con un post che la dice lunga sulla qualità dell'impegno per Genova suo e di Fratelli d'Italia. Dopo aver dettato le sue condizioni sulla ricostruzione del Ponte Morandi e sulla nuova viabilità, si è rivolto agli esponenti liguri del M5S con un elegante 'maledetti imbecilli'; ha minacciato chi 'a Roma tradisce' intimando di non tornare a casa, 'perché non meriterà più di averla una casa a Genova'. 

 

Terminologia e concetti che ricordano drammaticamente il modus operandi di un'epoca oscura della nostra Storia e che purtroppo alcuni nostalgici non hanno ancora dimenticato. Movimento 5 Stelle e Governo  stanno lavorando con serietà e impegno per ridare a Genova quello che le è stato tolto in decenni di menefreghismo, indebite commistioni tra pubblico interesse e affari privati.

Le minacce e le ingiurie le lasciamo a chi non sa dare un contributo migliore, come Oppicelli, il quale, con un simile linguaggio e comportamento dimostra di non essere assolutamente idoneo a ricoprire i ruolo assegnatogli di presidente della Fulgis, fondazione del Comune dal particolare valore pedagogico e culturale. Ci aspettiamo che vengano presi provvedimenti in tal senso e vengano richieste immediatamente le sue dimissioni da una carica che richiede imparzialità e compostezza. 

ultimi articoli nelle categorie