Giorgio Costa presidente nazionale Panathlon

L'ex sindaco di Rapallo Giorgio Costa

Rapallo svetta nel panorama nazionale con l’ex sindaco ruentino (eletto al ballottaggio

, dal 2012 al 2014 alla guida di una lista civica) Giorgio Costa, già presidente del Panathlon tigullino. Costa è stato eletto con oltre il settanta per cento dei consensi presidente del Panathlon nazionale, compiendo tutta la scalata fino ai vertici dell’associazione.
Costa era entrato a far parte della dirigenza nazionale nel luglio del 2016; egli fu il sindaco di Rapallo dopo il forzista Mentore Campodonico e prima dell’attuale Carlo Bagnasco, anche lui di Forza Italia e prossimo al rinnovo. Felice come una pasqua, Costa ci racconta: <Il nostro circolo di Rapallo conta su una trentina di iscritti, mentre a livello nazionale sono addirittura 160 i club. Nella regione Liguria gli iscritto in totale sono circa 350 e fra di essi c’è sempre stata una grande unità d’intenti>.
Costa vanta una lunga trafila nel Panathlon: <Sono iscritto dal lontano 2006, ho fondato il club di Rapallo, il cui circolo, come tutti quelli presenti sul territorio nazionale, si basa sulla correttezza, sulla morale, sui valori sportivi, aiuta i disabili, e celebra la musica, insomma accumuna le persone su dei valori condivisi>.
Costa si dilunga un po’ anche sul suo predecessore al trono della città di Rapallo, Carlo Bagnasco: <Stanno facendo molte cose, hanno migliorato, ma restano alcuni miei pallini: come il rialzamento dello stadio “Umberto Macera” con una nuova tribuna e sotto un ampio parcheggio, visto che quello attuale è inadeguato. Un tempo quel campo ospitava fino a 3000 persone con un anello di pista di atletico tra il rettangolo verde e le ampie tribune, un’altra era geologica. La giunta attuale, però, ha posizionato una seconda tribuna di fronte a quella preesistente, e questo è un ottimo segnale. Il “Poggiolino”? Anche in questo caso parliamo di un impianto di calcio, più piccolo, sul quale la giunta Bagnasco ha investito per il fondo nuovo, ma pure qui sogno un nuovo parcheggio sotto al campo…>.

di Andrea Bazzurro

ultimi articoli nelle categorie