Raffaella Paita sull’amianto in ponte Morandi

Raffaella Paita del Pd

“Nell’arco di pochissime ore si è passati dalla esclusione della presenza di amianto nella pila 8 del Ponte Morandi

alla sospensione della demolizione della suddetta pila per la presenza di tracce di amianto” spiega attonita Raffaella Paita, Deputata spezzina del pd ed ex candidata del Pd al ruolo di Governatore ligure. La moglie di Luigi Merlo (ex presidente dell’Authority genovese) suona la sinfonia: “Un fatto che da mesi viene denunciato dalla popolazione della zona e che desta molta preoccupazione. 

Il Commissario di Governo per la ricostruzione, nonché Sindaco, Marco Bucci, aveva affermato di essere pronti a qualunque tipo di evenienza, anche al fatto che i lavori potessero essere bloccati, e che erano già stati predisposti un piano B e un piano C per fare le demolizioni con altre tecnologie.

Ma nonostante i piani alternativi di cui parla il Sindaco, la presenza di amianto pone inevitabilmente dei problemi per l’ambiente e per la salute dei cittadini. 

Per questi motivi e queste preoccupazioni ho deciso di presentare un’interrogazione al Presidente del Consiglio, al Ministro delle Infrastrutture e al Ministro dell’ambiente affinché il governa intervenga subito per affrontare questa delicata situazione. È necessario anche conoscere quali sono i piani B e C di cui parla il Sindaco, le tecnologie che saranno impiegate e quali saranno i costi per assicurare la massima sicurezza ai cittadini.

 Genova e i genovesi hanno il diritto di sapere”. 

ultimi articoli nelle categorie