Da 5 anni manca il congresso regionale azzurro

Sandro Biasotti, coordinatore azzurro

Ci sono sempre più larghi strati di quel che resta di Forza Italia in Liguria che chiedono

ai vertici del partito un congresso regionale. Beati i tempi, fine anni Novanta, per esattezza correva l'anno 1999, quando i giovani di Forza Italia, nella sola Genova, erano ben 300, attivi. Ora si contano sul palmo di una mano quelli presenti in prima fila. I circoli di Forza Italia spingono per un congresso regionale che manca dal lontano 2014, a sei messi dalle regionali vinte dal centrodestra di Giovanni Toti. E per quanto riguarda le elezioni amministrative di Recco, si teme l'effetto Alassio ed Imperia, dove il candidato di centrodestra indipendente, per esattezza, rispettivamente, Melgrati e Scajola, ha liquidato quelli con le insegne delle bandiere dei partiti. A Recco ecco, infatti, Gianluca Buccilli, contro Carlo Gandolfo, appoggiato dai cinque loghi dei partiti di centrodestra. L'obiettivo degli azzurri alle prossime europee del 26 maggio? Arrivare al 12%, grazie anche all'apporto dei centristi, conglobati per l'occasione sotto la bandiera azzurra.

ultimi articoli nelle categorie