Il Pd all'attacco sulle case della Salute di Toti

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Pd, gruppo Regione Liguria, sulle case

della Salute, della giunta di Giovanni Toti: 

Come al solito le bugie hanno le gambe corte. Ma per fare un po’ di chiarezza, questa volta, basta solamente che il presidente Toti risponda a una semplice domande: quante Case della Salute ha realizzato la sua maggioranza? Zero.

Quante ne ha fatte il centrosinistra a guida Partito Democratico, soltanto nell’ambito genovese? Cinque (Fiumara, Sestri Ponente, Villa De Mari, Doria e Pegli); più altre due (Voltri e Quarto) per le quali la nostra maggioranza ha trovato i fondi e avviato l’iter. L’unica Casa della Saluta che Toti e Viale avrebbero dovuto realizzare completamente era - ed è ancora, purtroppo - quella della Valpolcevera. Ma dopo 4 anni di governo regionale siamo ancora agli annunci e alla programmazione. Il presidente dice che in 32 mesi sarà pronta. Ne siamo contenti. Anche se Toti non ha ancora detto con quali soldi intenda realizzarla. Oltre ai 2 milioni di euro donati dalle altre Regioni italiane in solidarietà per il crollo del Morandi, dove pensa di recuperare gli altri 3 o 4 milioni di euro che mancano?

Un’altra balla è quella sul deficit sanitario. Tanto che, a questo punto, sfidiamo ufficialmente Toti a un confronto pubblico per fare finalmente chiarezza su questa vicenda. Il centrosinistra ha lasciato i conti in ordine, visto che i circa 67 milioni di disavanzo della metà del 2015 erano totalmente coperti dall’Irpef sanitaria, da cui erano esentati, sempre grazie alla Giunta a guida Pd, i redditi fino a 28 mila euro l’anno.

Oggi, dopo 4 anni di Giunta Toti, invece, il disavanzo della sanità ligure ha superato i 100 milioni di euro sempre coperti da Irpef regionale, nonostante maggiori risorse statali rispetto al passato e un aumento delle tasse messo in atto proprio da questo centrodestra. Toti e Viale, infatti, hanno abbassato la soglia di esenzione dell’Irpef sanitaria ai redditi fino a 16 mila euro l’anno: quindi sopra quella cifra pagano tutti. In definitiva, con questa Giunta i liguri pagano più tasse, hanno un disavanzo molto più alto, ricevono meno servizi, scontano più “fughe” e non hanno ancora visto una Casa della Salute a marchio Toti e Viale. Questi sono i fatti, il resto è solo propaganda. 

I consiglieri regionali del Pd ligure Giovanni Lunardon, Pippo Rossetti e Valter Ferrando

ultimi articoli nelle categorie