Si scalda la macchina elettorale nel Centro Ovest

Il 4 marzo i cittadini di Sampierdarena, Mura Angeli, Dinegro e San Teodoro sono chiamati a scegliere nuovamente

i loro rappresentanti per il Municipio Centro Ovest, dopo il commissariamento estivo. Il Partito Democratico e la Lista Civica Insieme, unica coalizione del centro sinistra in ambito municipale, hanno proposto come candidato Presidente per il Municipio Matteo Buffa, nato 31 anni fa a Sampierdarena, oggi giovane assegnista di ricerca in sociologia del diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Genova, consulente per i servizi dedicati ai minori stranieri non accompagnati sul territorio, da molti anni impegnato nel sociale, nel volontariato, educatore scout, nell’associazionismo di quartiere (Amici di Belvedere).

 

“La candidatura di Matteo a presidente del Municipio è una scelta innovativa, autenticamente civica, una prima risposta ai cittadini che chiedono un cambiamento per il territorio. È una scelta che crediamo risponda ai bisogni urgenti espressi dai nostri quartieri: competenza, attenzione, concretezza e innovazione” riferisce Gianni Crivello, ricordando che Matteo Buffa e la coalizione tra il Partito Democratico e la Lista Civica Insieme hanno ricevuto il sostegno e la promozione della Lista Crivello e di Centro Democratico.

 

La lista civica “INSIEME-BUFFA PRESIDENTE” è un progetto che, forte della rete dei suoi componenti, propone agli elettori un modo diverso di fare politica: il profondo e continuo coinvolgimento dei cittadini del Centro Ovest nelle scelte che riguardano la vita di tutti nel più importante Municipio di Genova (l’11,5% della popolazione genovese, il 30% del PIL).

 

“Il Municipio Centro Ovest non è periferia, vogliamo riconquistare l’identità di Centro della nostra città. La lista civica INSIEME è composta da persone comuni eppure straordinarie, giovani e meno giovani che, provenendo tutti dal mondo dell’associazionismo, del volontariato attivo, della rappresentanza, dei comitati dei nostri quartieri, si propone come parte autentica, “vera”, della cittadinanza, di cui vuole essere espressione, vuole essere voce, ma anche mano: azione concreta che si mette a servizio. Abbiamo competenze diverse e trasversali: giuridiche, sanitarie, scolastiche, educative, sportive, artistiche, comunicative, associative, rappresentative e, soprattutto, operative. La nostra forza è nell’Insieme”. Non solo: la forza della proposta della Lista civica e della coalizione sembra essere quella di un ascolto il più possibile strutturato, attento, organizzato e puntuale dei bisogni di Sampierdarena e San Teodoro.

 

La coalizione, in effetti, intende agire sotto diversi punti a programma, per essere tramite immediato tra amministrazione comunale e i territori del municipio. “Accorciamo le distanze, nel rispetto ma anche in attuazione e rivendica delle competenze riconosciute dal regolamento per il decentramento e la partecipazione a livello municipale”. La promessa è quella di operare affinché le aziende municipalizzate svolgano puntualmente e adeguatamente i compiti loro affidati (e pagati dalle tasse dei cittadini anche di Sampierdarena e San Teodoro) quali AMIU, AMT, ASTER, effettuando manutenzioni regolari, lavori a regola d’arte, non scadenti, servizi degni di una moderna città, non di un quartiere sottoposto a vincoli e servitù.

 

Gli ultimi finanziamenti per la riqualificazione, ottenuti dalla precedente giunta comunale in collaborazione con il Municipio, sono ora “cavalcati” dall’attuale governo della città. Vogliamo contribuire e vigilare affinché i lavori siano svolti con la dovuta cura, senza ritardi, omissioni, per la correzione di eventuali storture già rilevate ed osteggiate dai cittadini (quali la minacciata demolizione della rampa di accesso alla sopraelevata da Via Cantore). Abbiamo programmato la realizzazione di un osservatorio per il monitoraggio dei lavori e uno sportello unico per il cittadino; crediamo nella “piramide rovesciata”, nei vertici che si muovono “dal basso”, nell’ascolto di tutte le teste, di tutti i cuori, di tutte le pance.

 

Per tale ragione, i candidati civici per Sampierdarena e San Teodoro saranno presenti sui territori grazie a un presidio mobile, votato al bisogno più urgente per i quartieri: l’incontro tra le persone, l’ascolto di tutte le istanze.

 

Un’attenzione particolare sarà dedicata al sistema scolastico presente nel nostro municipio, al conseguente movimento quotidiano di centinaia di studenti e famiglie, con maggiore attenzione da dedicare alle iniziative sociali, storico turistiche, alloggiative e per la consumazione pasti. Sogniamo un quartiere vivo, universitario, attrattivo per i turisti e per i giovani.

 

[In prospettiva futura, vogliamo sostenere con forza l’idea che a Sampierdarena, nell’ex area Enel di via Pacinotti, possa essere creato un polo universitario e della ricerca che creerebbe un enorme movimento di persone attive di ogni età e costituirebbe la vera svolta per il Centro Ovest e per la città di Genova].

 

Il Partito Democratico e la Lista Civica Insieme sono concordi nel ritenere che una coalizione di centro sinistra possa e debba riappropriarsi del concetto di tutela della sicurezza dei cittadini, che sia in grado, però, di andare oltre i meccanismi puramente repressivi, di tutela dell’ordine a mezzo dell’uso della forza pubblica. Se certo il potenziamento dei presidi di controllo è irrinunciabile, anche a mezzo di telecamere, illuminazione e risorse umane disponibili, non è possibile non seguire parallelamente la via della prevenzione, dell’informazione, del coinvolgimento delle politiche sociali e di tutte le agenzie educative coinvolte in un percorso che deve coinvolgere, serenamente e nel rispetto della legalità, tutte e tutti, con un solo limite: dire basta all’odio, alle politiche [di matrice xenofoba] e ai gravi gesti che esso ha fomentato.

 

Vogliamo avviare un programma di iniziative rilevanti che richiamino persone da altre parti della città, del Paese, ben consapevoli che il commercio vive e prospera solo se si creano occasioni interessanti, attrattive, aperte, piacevoli per potenziali clienti e visitatori.

 

Intendiamo sostenere corsi gratuiti di HACCP, iniziative e bandi che promuovano e sostengano soluzioni adeguate per lo start up dei giovani, e meno giovani, con buone idee imprenditoriali, che consentano di ripensare al commercio locale in termini di prossimità e rapporti di vicinato, guardare con occhi nuovi ai negozi etnici e alla loro distribuzione nei quartieri, intensificando i controlli per distinguere e fare salve le attività affidabili, intervenendo sulle problematicità.

Consideriamo il verde pubblico come patrimonio comune, prezioso e caratterizzante del territorio locale. Progettiamo di gestire la cura e la manutenzione delle aree verdi, dalle più piccole (aiuole) alle più importanti (ville, parchi) anche attraverso opere di volontariato, “adozione” di aree verdi, campagne di sensibilizzazione e grazie ad attività aggregative-creative e a costo zero, con lo stile del DIY (do it yourself) che permettano a tutti i residenti di partecipare alla (ri)costruzione dell’identità di queste aree, luoghi di incontro, gioco, vita comune, all’aperto, spazi di vita del nostro quartiere.

 

La Lista Civica ritiene, infatti, fondamentale restituire dignità ai luoghi e alle persone di Sampierdarena e San Teodoro, grazie alla convergenza di energie sane e radicate sul territorio quali sostenitori e parti attive del progetto, come si evince dalle parole del candidato presidente Matteo Buffa: “Presenteremo la Lista Civica Insieme non da seduti, ma con un gesto concreto: vogliamo partire da qui, restituire ai cittadini una via di Sampierdarena di valore storico, ormai dimenticata, con il nostro lavoro, con una giornata dedicata a tutti, ai volontari, ai bambini, alle persone di tutte le età che hanno voglia di incontrarsi e partecipare al progetto di un cambiamento possibile, che per essere tale deve essere desiderato, perseguito e, non ultimo, agito Insieme”.

ultimi articoli nelle categorie