Andersen, agli archivi l’edizione numero 51

Cala il sipario sull’edizione numero 51 dell’”Andersen” a Sestri Levante, il maggior evento

annuale nella “bimare” dopo la chiusura dell’Hanoa Hanoa, la maxi festa hawaiana, che tanti danni creava dal punto di vista dell’ordine pubblico grazie a centinaia di giovani ubriachi e molesti.
Un'edizione caratterizzata da condizioni metereologiche incostanti, con la pioggia spesso in agguato e un clima non proprio estivo, ma che non ha fermato i molti, moltissimi fans dell'Andersen. Spettacoli e laboratori hanno registrato sempre il "tutto esaurito", nelle vie, nelle piazze o all'ex Convento dell'Annunziata dove, oltre agli eventi in calendario, sono stati trasferiti alcuni appuntamenti a rischio pioggia.

Il caruggio centrale di Sestri Levante ha visto un ininterrotto flusso di persone, residenti, turisti, bambini, soprattutto bambini, venuti appositamente per l'Andersen o involontariamente coinvolti nel clima festante di questa manifestazione che, superato il mezzo secolo del Premio Letterario, da oltre vent'anni vive nel Festival il suo corollario di spettacoli.

Un Premio che regala emozioni ai partecipanti e al pubblico e che, di anno in anno, stimola la creatività e la fantasia di quasi mille persone, invogliandole a mettere "nero su bianco" le proprie fantasie fiabesche.

ultimi articoli nelle categorie