I notturni en pleir per cinque notti

Dal 19 luglio fino al 15 agosto, dalle ore 22, Palazzo Ducale ospiterà cinque pianisti di musica classica

che riempiranno di soavi note il Cortile Maggiore della prestigiosa dimora genovese.

La notte è sempre stata fonte d'ispirazione e di creazione, carica di significati emozionale, per i compositori di ogni epoca.

L'Ottocento è stato il momento più significativo per lo sviluppo delle potenzialità sonore del pianoforte, diventando lo strumento principe del periodo, grazie alla serie di differenziazione timbriche e dinamiche fino ad allora poco conosciute.

Sono nate così le pagine dei Notturni da John Field a Chopin ispirati alla notte, un'alternanza tra lirismo e una lieve senso d'angoscia che pervade tutta la forma musicale citata.

Nei cinque concerti saranno proposti oltre ai famosi Notturni di Chopin anche esecuzioni di maestri del Novecento che hanno saputo interpretare a loro modo questo stile compostivo.

 

Di seguito il programma delle cinque serate:

 

19 luglio

Oxana Schevchenko

musiche di Reynaldo Hahn, Fryderyk Chopin, Béla Bartok, Robert Schumann

 

26 luglio

Valentina Messa

musiche di Francis Poulec, Sergej Prokof' ev, Robert Schumann,

 

2 agosto 2018

Costanza Principe

musiche di Fryderyk Chopin,Francis Poulenc, Franz Schubert,

 

9 agosto

Stefania Neonato

musiche di Fryderyk Chopin.

 

15 agosto

Alessandro Commellato

musiche di Clara Schumann, Robert Schumann, Fryderyk Chopin.

Di Barb. Cast.

ultimi articoli nelle categorie