L'arbitro di Dio

Con “L’arbitro di Dio” (Quel gol non era gol) il Teatro Nazionale di Genova riporta in scena

la scrittura intensa, briosa e caustica di un fuoriclasse della drammaturgia contemporanea come l’irlandese Robert Farquhar, di cui in passato, aveva presentato con ottimi consensi “Polvere alla polvere”. Dopo aver ottenuto grande successo di pubblico e critica nella Rassegna di Drammaturgia Contemporanea del 2017, “L’arbitro di Dio” va in scena da martedì 6 novembre alle 20,30 al Teatro Modena. La regia dello spettacolo, prodotto dal Teatro Nazionale di Genova, è di Alberto Giusta che dirige Andrea Di Casa, Massimo Rigo e Marco Zanutto.
I protagonisti della storia sono tre: Degsy e Cliff, amici uniti dalla passione per la loro amata squadra di calcio, condannata alla retrocessione dalla decisione di un arbitro (il terzo protagonista, suo malgrado). In cerca di vendetta, i due decidono di rapire lo sventurato e fissare un riscatto: il direttore di gara dovrà ammettere l’errore e far rigiocare la partita. Riusciranno i due sbandati ad ottenere ciò che vogliono oppure segneranno un doloroso autogol?
Il calcio e il tifo vissuti come una fede, sono i pretesti che questa spassosissima commedia utilizza per mostrare tre esseri umani in tutte le loro ossessioni e contraddizioni, grazie ad un testo divertente e scorretto, in cui si ride dal primo minuto al triplice fischio finale. “L’arbitro di Dio” supera le questioni da bar (o da Var) e ci porta con sagacia e ironia a interrogarci sul senso della vita.
Autore e regista irlandese, Robert Farquhar, classe 1960, abita a Liverpool. La sua fama si è consolidata con “Dust to dust” (Polvere alla polvere) proposto dal Teatro di Genova nella Rassegna del 2006 ed in scena al Teatro Duse nel 2008. Farquhar è anche membro della Big Wow Theater Company ed autore di tanti altri testi di successo fra i quali: You are here, The angry kitchen sink, Dead heavy fantastic.

DAL 6 ALL’ 11 NOVEMBRE 2018 | GENOVA TEATRO MODENA
L’ARBITRO DI DIO di Robert Farquhar con Andrea Di Casa, Massimo Rigo, Marco Zanutto, regia Alberto Giusta, produzione Teatro Nazionale di Genova, versione italiana di Carlo Sciaccaluga

Inizio spettacoli ore 20.30, giovedì ore 19.30, domenica ore 16, lunedì riposo.

ultimi articoli nelle categorie