Emanuele Luzzati debutta a Monaco di Baviera

Inaugura a Monaco di Baviera, in Germania, “Teatri di stoffa”, di Danièle Sulewic ed Emanuele Luzzati

. Il tutto grazie all’Istituto Italiano di Cultura, di Monaco. “Teatri di stoffa”, di Danièle Sulewic ed Emanuele Luzzati, il dialogo continua Inaugurazione: giovedì 7 marzo, ore 18.30. Proiezione del film "Il flauto magico. Dall'opera di Wolfgang Amadeus Mozart" di Gianini e Luzzati.

Italia 1978, 40 min.

Durata della mostra: 8.3.-5.4.2019

Orari di apertura: lun - giov: 10h-13h e 15h-17h

ven: 10h-13h30

Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-Str. 8, 80336 München

 

 

Danièle Sulewic è nata a Parigi, ha studiato all’ Accademia di Belle Arti Bezalel di Gerusalemme, vive in Liguria dal 1973.
È ceramista, scultrice, costumista e scenografa. Ha iniziato la sua collaborazione con il Teatro della Tosse nel 1974.Ha esposto in molte città italiane e all’estero (Parigi, Zagabria, Melbourne, Gerusalemme).

 

Conosco da anni Danièle Sulewic soprattutto per il suo lavoro al Teatro delle Tosse di Genova, ma non conoscevo la sua storia. È stata, dunque, una sorpresa mettere insieme i tasselli di quel puzzle che ha nome Danièle. Ogni artista porta dentro di sé un mondo, nel quale ci invita ad addentrarci. Danièle Sulewic di mondi ne ha attraversati diversi e la sua sensibilità artistica si è formata attraverso innumerevoli incontri con persone e culture differenti. La sua ricerca artistica, da un certo punto in poi, si è andata sviluppando parallelamente tra il teatro e le arti, talvolta incrociando i due linguaggi, in un dialogo che feconda entrambi.Accade così che i suoi arazzi scenografie, possiedono una teatralità, che li fa assomigliare a scenografie, scenari ricchi di fantasia e di colori, abitati da presenze magiche , in cui lo sguardo dello spettatore è invitato a entrare alla scoperta di un mondo nuovo

Alessandro Tinterri

 

“I collage” di stoffa di Danièle ti fanno entrare nel mondo della ricchezza, della fantasia , delle storie di Emanule Luzzati.Riesce sempre a trovare la stoffe giusta per tradurre e creare un immagine, senza usare una matita, un o un pennello, è il zigzag della macchina da cucire che le sostituisce. “la stoffa” parla al posto del disegno, diventa un mondo di per sé. Questa sua capacità e questa sua bravura, fanno che il dialogo continua fra Danièle Sulewic fra e il mondo di Emanuele Luzzati.

ultimi articoli nelle categorie