Il senso della vita di Emma

Martedì 6 febbraio alle ore 20.30 debutta al Teatro Duse “Il senso della vita di Emma”,

il nuovo spettacolo scritto e diretto da Fausto Paravidino, uno delle firme più rilevanti del teatro contemporaneo italiano ed Europeo, prodotto dal Teatro Stabile di Bolzano. In scena con Paravidino ci sono Iris Fusetti, Eva Cambiale, Jacopo Maria Bicocchi, Angelica Leo e altri otto attori. La scena è di Laura Benzi, i costumi di Sandra Cardini, le musiche originali di Enrico Melozzi sono eseguite da Orchestra Notturna Clandestina, le maschere sono di Stefano Ciammitti, le luci di Lorenzo Carlucci.
“Il senso della vita di Emma” è il romanzo a tinte noir di una famiglia italiana dagli anni ’60 fino ai giorni nostri: le lotte, le passioni, gli amori, il suo destino, la sua storia fatta da tante storie in cui riconoscersi. Al centro di questa epopea teatrale, la figura di Emma, di cui, con un’insolita prospettiva, viene ritratta l’assenza. La protagonista infatti è scomparsa volontariamente e rivive per mezzo dei racconti delle persone che con lei hanno condiviso la vita e che non sanno spiegarsi i motivi di questo abbandono. E’ la sua assenza/presenza ad unire questa matassa di testimonianze che si dipana agilmente in storie ora profonde, persino cupe, ora più leggere ed ironiche, su una scena che attinge dal teatro contemporaneo, dal videoclip e perfino dal mondo dei cartoons.

“IL SENSO DELLA VITA DI EMMA” è in scena al Teatro Duse dal 6 all’ 11 febbraio, dal martedì al sabato alle ore 20.30, domenica alle ore 16. La recita del giovedì inizia alle 19.30.

Mercoledì 7 febbraio alle ore 17.30 nel foyer della Corte, Fausto Paravidino e gli attori della Compagnia incontrano il pubblico. Conduce Umberto Basevi.
Ingresso libero.

ultimi articoli nelle categorie

 

Banner_13
Banner_15