Mister Mazzarello (Molassana) alla ribalta

Nicolò Mazzarello in panchina alla guida dei suoi ragazz

Intervista esclusiva con l’emergente mister classe 1991 Nicolò Mazzarello, alla guida

della leva 2006 - categoria Esordienti a nove giocatori, della squadra rossazzurra ed ex bomber di razza.

1) Mister, hai appena 27 anni, ma sei considerato una sorta di veterano in casa Molassana. Come alleni i tuoi ragazzi del 2006?
Sicuramente con tantissima passione e massimo impegno. Insieme al mister Domenico Macrì cerchiamo di far crescere i nostri ragazzi sia dal punto di vista tecnico che umano! Proviamo a trasmettergli senso di appartenenza e spirito di squadra, giusta determinazione in campo, rispetto per l'avversario, ma la cosa più importante rimane quella di divertirsi sempre.

2) Come mai hai smesso così presto la tua brillante carriera da calciatore?
Purtroppo ho dovuto smettere di giocare a soli 26 anni a causa della rottura per 3 volte del legamento crociato del ginocchio! È stata una decisione difficile ma a mio parere necessaria. Ora però posso dire che questa sofferta decisione è molto meno amara, dal momento che allenare i ragazzi mi dà grande soddisfazione e mi piace moltissimo.

3) Il Trofeo Caravella è il fiore all'occhiello del Molassana. Quali sono i tuoi ricordi da calciatore?
Ricordi ne ho tantissimi! Tra i più brutti le 3 finali perse ai rigori quando indossavo la maglia della Sampdoria contro Empoli, Padova e Chievo Verona. Il ricordo migliore è senza dubbio la vittoria ottenuta con il Molassana nell’anno degli Allievi, in una finale combattutissima vinta contro il Bogliasco!

4) Una grande leva quella del '91 del Molassana. Chi era il più forte in assoluto?
Eravamo una grande squadra, forte in tutti i reparti, messa sempre bene in campo! Ci siamo tolti grandi soddisfazioni insieme! Potrei fare tanti nomi ma a mio parere il giocatore migliore sia dal punto di vista tecnico che di personalità era Luca Matarozzo, mio grande amico!

5) Quale è stato il tuo miglior mister al Molassana?
Mister ne ho avuti tanti, ricordo con grande piacere Mister Gianni Baldi, mi ha fatto crescere tanto, con lui ho passato la mia migliore stagione in prima squadra a Molassana. Poi Mister Corrado Schiazza con Mister Zamana, loro hanno avuto grande fiducia in me nonostante i tanti infortuni! E infine il Mister a cui sono più legato, il mister che più di tutti ha creduto in me e con il quale ho avuto la più grande crescita: Mister Fabrizio Giusquiami.

6) La tua carriera si è sviluppata solo al Molassana fin da bambino?
No, ho giocato per 5 anni nella Sampdoria fino ai Giovanissimi Nazionali, per poi tornare a Molassana, da dove ero partito! Successivamente ho giocato una stagione in prestito a Borgoratti in prima squadra da fuori quota, in Promozione con mister Satta, esperienza per me importantissima che mi ha fatto crescere molto!


7) Il prossimo anno che farai? Se non erro sei al terzo anno in rossazzurro con la leva 2006...
In realtà è il primo vero anno che sono i con i ragazzi del 2006. Li avevo già allenati qualche anno fa qualche mese quando erano piccolini, per poi smettere di allenare causa lavoro. Sono un gruppo di ragazzi fantastici con tanta voglia di imparare e di migliorarsi. Mi piacerebbe continuare con loro sempre insieme al mio collega mister Macrì.

Di Andrea Bazzurro

ultimi articoli nelle categorie