Ju Jitsu, Andrea Rola a Sampierdarena

Il trofeo “Andrea Rola”, giunto quest’anno alla diciottesima  edizione, è nato in ricordo di Andrea

Rola, un atleta di Ju-Jitsu mancato il 29 luglio 2000, dopo un tragico incidente di moto.

Andrea ha iniziato a praticare il Ju-Jitsu a 8 anni, ma già a 16 riceveva dal C.O.N.I e A.I.J.J. la cintura nera agonistica e all’età di 18 anni otteneva il 2° Dan.

Andrea Rola è giunto a tale traguardo nonostante un handicap sensoriale con cui, principalmente sui tatami di gara, ha dovuto, più di una volta, fare i conti: era infatti audioleso. Prima dell’incidente era cintura nera 3° Dan, si allenava e insegnava la disciplina del Ju-Jitsu presso la Palestra “Ju-Jitsu Don Bosco”.

Nel 1997 aveva partecipato ai mondiali di Judo in Norvegia come atleta della Nazionale Italiana di Judo F.I.S.S. vincendo la medaglia di bronzo e nel 1999 ai mondiali in Argentina conquistò la medaglia d’argento. In Italia il suo albo d’oro nel Ju-Jitsu comprendeva 10 titoli italiani. Per tutti questi eccezionali risultati nel novembre 1999 gli era stato assegnato il titolo di “Atleta Azzurro d’Italia”.

ultimi articoli nelle categorie