La Corniglianese vuole il campo Ferrando

L'Italo Ferrando di Cornigliano, in corso Perrone

La Genova Calcio del patron Marco Vacca (fondatore nel lontano 1993 della Polis) potrebbe perdere

il suo impianto gioiello dell’”Italo Ferrando” di Cornigliano, in corso Perrone, tra pochi giorni. Usiamo il condizionale in quanto da giorni circola nel ponente genovese questa novità all’interno del mondo calcistico genovese.
Pare che la società biancorossa, che ha anche i poli di Villa Gavotti a sette a Sestri Ponente, via Vado a cinque a Sestri Ponente, di via Cantore a Sampierdarena e del “Cige” di Begato sulle alture, sia minacciata dalla Corniglianese, che da anni mira al bell’impianto ponentino. Questa volta ce la potrebbe fare.
La Genova Calcio, che ha la prima squadra in Eccellenza e punta al salto in serie D, infatti, qualche anno fa aveva proposto un nuovo centro commerciale che sorgesse proprio sotto al “Ferrando”, ma l’idea fu bocciata dall’allora amministrazione a guida Marco Doria.
Di sicuro a giorni si saprà cosa succederà alla gloriosa Genova Calcio, nata pochi anni fa dalla fusione tra VirtusCulmvPolisSestri e altre realtà della zona.
Ma il direttore sportivo Ascheri smentisce seccamente le voci e parla di un rinnovo già avvenuto della concessione, idem l'addetto stampa Medulla.

ultimi articoli nelle categorie