Luciani, il mental coach a guida della James

Marco Luciani allo Juventus Stadium, ai tempi dei corsi della Juventus a Vinovo

Un mister, un Mental Coach con una immensa passione per il calcio, dietro al successo

della James.

Marco Luciani ha bruciato le tappe, infatti, si sta facendo strada nel mondo del calcio a suon di successi. Per lui parlano i risultati.

Juventino fino al midollo, Luciani dal 2010 al 2015 ha frequentato tutti i corsi formativi con la Academy Juventus a Vinovo, quartier generale delle “zebre”. Da qui, Luciani ha imparato gli attrezzi del mestiere, coltivando il sogno di creare una sua scuola calcio di qualità.

Ed infatti, ecco realizzato il suo più grande desiderio nella primavera del 2014, quando nasce dal nulla la James, la Juventus Academy genovese. Da qui in poi è un crescendo di successi ed affermazioni. La James alla seconda stagione di attività si presenta con tutte le leve del settore giovanile, si afferma in città ed in regione, lanciando ragazzi nel mondo dei professionisti (più di 15 in 4 anni, vero obiettivo societario, come più volte sottolinea lo stesso Luciani), formando i nostri tecnici con corsi ad hoc, perché la formazione nel mondo del calcio è fondamentale.

Dal 2016 Marco Luciani porta alla James il metodo del Torino F.C. Per nuovi stimoli ed idee.

In mezzo a questi risultati, ecco vari corsi conseguiti da Luciani, con tecnici professionisti: uno su tutti, Massimo De Paoli del Brescia.

Quindi lo stesso Luciani, visto l’accordo tra James ed Atletico Madrid, opta per istituire i campi estivi a Bavari con i “conchoneros”.

Nel corso degli ultimi anni Marco Luciani (valente allenatore nel settore giovanile e coordinare tecnico di tutta la James) ha conseguito il patentino Uefa B a Chiavari e di recente ecco l’ultima novità: è diventato Mental Coach (figura richiestissima nel mondo del calcio professionistico) e collabora con associazione Mental coach sportivi professionisti di Eugenio Vassalle ( stagione passata Mental coach al Catania con Lucarelli ) e Franco De Mattia un Mental Coach con 20 anni di esperienza.

Lui stesso afferma: “Voglio aiutare i nostri giovani atleti che vanno nelle squadre professioniste a raggiungere il loro sogno, purtroppo alle prime difficoltà rischiano di entrare in una voragine, che spesso bloccherebbe il loro obiettivo ... fare il calciatore... non basta allenare il fisico o giocare bene a pallone, ma la mente può valere fino al 70% di un’atleta... con un ottimo aiuto di un Mental Coach ti può accompagnare al suo obiettivo, trasformando i pensieri LIMITANTI (negativi) in pensieri POTENZIANTI (positivi)...”.

ultimi articoli nelle categorie