Serie D, le liguri tornano con le piemontese

Dopo quattro anno di fila contro le ostiche compagini toscane, le squadre liguri di serie D

, solo sei dopo le retrocessioni di Argentina e Finale e la promozione clamorosa dell’Albissola in serie C, tornano nel girone A con le piemontesi, ma ci sono anche alcune lombarde. Un ritorno al passato.
Ufficializzata la composizione dei gironi della Serie D 2018/2019. Lo ha reso noto il Dipartimento Interregionale, guidato dal coordinatore Luigi e coadiuvato dal consiglio del medesimo dipartimento. Sono 168 le formazioni partecipanti, suddivise in 9 gironi. Il massimo campionato della Lega Nazionale Dilettanti si presenta con sei raggruppamenti da 18 squadre e tre da 20.

Per la composizione dei gironi, il Dipartimento Interregionale ha in primo luogo privilegiato il criterio di accorpamento di squadre della stessa regione, con particolare attenzione alla tutela dei derby delle formazioni coinvolte. Con questa indicazione anche le tre veronesi (Ambrosiana, Villafranca e Legnago) pur giocando nel girone B con le lombarde, vedranno salvaguardate le rispettive sfide stracittadine. Stesso discorso per il RC Cesena, nel girone con abruzzesi e marchigiane, ma anche insieme ad un nutrito gruppo di formazioni romagnole. Ripartite su tre gironi le lombarde. Una scelta obbligata anche dall’elevato numero di sodalizi, 28 in tutto, con 8 club che si incroceranno con 10 squadre dell’Emilia Romagna nel girone D.

Inoltre la fisionomia dei vari raggruppamenti è stata concepita prevedendo le eventuali modifiche che potrebbero scaturire dalle decisioni sui ricorsi che verranno assunte, a breve, dagli Organi di Giustizia Sportiva e Amministrativa.

Per quanto riguarda Avellino e Bari, rispettivamente inseriti nei gironi G e I, la loro collocazione è stata individuata sulla scorta delle informative ricevute dagli Organismi Nazionali preposti all’ordine pubblico e considerando la loro vicinanza rispetto alle regioni di appartenenza. Per gli stessi motivi, Avellino e Bari, non avrebbero potuto essere collocate nello stesso girone.

In sostanza tranne Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Campania, tutte le altre regioni hanno visto le proprie squadre raggruppate. Anche la Puglia lo è stata (ad eccezione del Bari per i motivi sopraindicati), mentre per la Basilicata il Rotonda è stato inserito nel Girone I in ragione della sua posizione geografica.

Girone A - Borgaro Torinese, Borgosesia, Bra, Casale, Chieri, Pro Dronero, Stresa, Fezzanese, Lavagnese, Ligorna, Sanremo, Savona, Sestri Levante, Arconatese, Folgore Caratese, Inveruno, Lecco, Milano City.

ultimi articoli nelle categorie