Cassano, addio definitivo al calcio

Antonio Cassano ai tempi dell'INter, una breve parentesi in nerazzurro

Finalmente la barzelletta attorno ad Antonio Cassano, leggenda del calcio italiano, è terminata

: l’ex stella di Bari, Roma, Real Madrid, Sampdoria, Inter, Milan, Parma ed ancora Sampdoria, smette col calcio. E non poteva fare altrimenti, visto che gli anni sono 36 e il fisico non regge più dopo un anno di inattività (ultima sceneggiata l’anno scorso, il 23 luglio, nel ritiro dell’Hellas Verona, in serie A). E pensare ce Cassano voleva ancora giocare nel massimo campionato, ma se nemmeno si allena, infatti dopo tre giorni all’Entella in serie C ha alzano bandiera bianca, per sempre. Cassano motiva così la sua decisione: <Cari amici. E' arrivato il giorno. Quello in cui decidi che è finita per davvero. Ringrazio il presidente Gozzi e i ragazzi dell'Entella per l'occasione che mi hanno concesso. Gli auguro tutto il meglio. In questi giorni di allenamento, però, ho capito che non ho più la testa per allenarmi con continuità. Per giocare a pallone servono passione e talento ma soprattutto ci vuole determinazione e io in questo momento ho altre priorità. Voglio ringraziare tutti i compagni di squadra di questi anni, gli avversari, gli allenatori e i dirigenti (sì, certo, anche quelli con cui qualche volta ho litigato). Ma soprattutto voglio salutare i tifosi, quelli dalla mia parte e anche gli avversari perchè senza di loro il calcio non esisterebbe>.

ultimi articoli nelle categorie