Alla Sciorba crollano 6 record nelle batterie

Si infiammano già nelle batterie i confronti della 45° edizione del Trofeo Nico Sapio, il tradizionale appuntamento

natatorio internazionale curato da Genova Nuoto e My Sport in collaborazione con la Federazione Italiana Nuoto e il patrocinio di Regione Liguria (ente promotore) e Comune di Genova. Alla piscina Sciorba il primo record della manifestazione crolla già nella specialità d’apertura. Nei 50 dorso Simone Sabbioni (Esercito) abbassa di un centesimo (da 23.97 a 23.96) la precedente miglior prestazione del Sapio da lui stesso fissata un anno fa. L’americana Dahlia Warrell va vicinissima (6 centesimi) al record della piscina nei 50 farfalla, obiettivo centrato successivamente nei 100 stile libero vinti davanti a Federica Pellegrini (CC Aniene) con il tempo di 52.51. Il primato dell’americana Nathalie Cughlin (52.54) resisteva dal 2013 Il terzo “best time” arriva dai 50 rana ed è firmato dalla genovese Martina Carraro (Fiamme Oro). Il suo 30.59 è di gran lunga inferiore al precedente primato, datato 2007, della neozelandese Zoe Baker (30.74) . Carraro chiama, Scozzoli risponde: nei 100 rana Fabio (Centro Sportivo Esercito/Imola Nuoto) vede polverizzare il suo precedente primato (58 .27), quando in quarta batteria Niccolò Martinenghi (Fiamme Oro/Brebbia) completa la sua gara in 57.69, ma la replica, con un bel 57.29, è immediata.  Il 2.06.85 nei 200 farfalla (precedente 2007 Francesca Segat 2.07.85) di Ilaria Bianchi, che poi rinuncerà alla finale avendo già raggiunto il tempo limite per i Mondiali, è il sesto record di giornata.  Al termine delle eliminatorie dei 50 stile libero, Marco Orsi (Fiamme Oro) e Federico Bocchia (On Sestri Levante) condividono il miglior tempo della mattinata: 21.71. L’americana Kathleen Baker ferma il cronometro a 57.66 nei 100 dorso.  Nei 200 stile libero il più veloce è Matteo Ciampi (Esercito - 1’46.51), nei 100 farfalla brilla il tedesco Marius Kusch (51.40), nei 200 dorso si distingue  Lorenzo Mora (Fiamme Rosse/Amici Nuoto VVFF Modena – 1’56.70), nei 200 rana spicca Francesca Fangio (In Sport – 2’25.12), nei 200 misti l’isrealiano Etay Gurevich (2’00.04) firma la miglior prestazione,   nei 400 stile libero si afferma provvisoriamente Barbara Pozzobon (Hydros Oderzo).


Il valore del 45° Trofeo Nico Sapio è certificato dalla presenza di numerose stelle azzurre e internazionali, molte delle quali alla ricerca dei tempi limite in vista della partecipazione ai Mondiali in vasca corta programma a Hangzou (Cina).   

ultimi articoli nelle categorie