I record del Nico Sapio

Grande soddisfazione per Genova Nuoto e My Sport al termine della 45° edizione del Trofeo Nico Sapio

, in scena da venerdì a domenica scorsi con la partecipazione di 1595 atleti (oltre tremila presenze gara) in forza a 103 società.

Una Sciorba gremita in ogni ordine di posto per applaudire straordinari campioni di livello eccezionale: da Federica Pellegrini a Simona Quadarella, passando per il grande ritorno di Gabriele Detti, le affermazioni di Fabio Scozzoli, Marco Orsi e Luca Pizzini, l’eccezionale forma delle americane Dahlia Warrell e Kathleen Baker, i numeri del tedesco Marius Kush, le emozioni liguri con gli ori di Erica Musso (con ottenimento del tempo limite per la partecipazione ai Mondiali in vasca corta), Martina Carraro, Alberto Razzetti e Federico “the Shark” Bocchia. Applausi per Francesco Bocciardo e i protagonisti della sfida dei 100 metri paralimpici.

Mara Sacchi, presidente Genova Nuoto, parla di “un’edizione straordinaria dove i primi due giorni sono stati, per tradizione, quelli dedicati a campioni in arrivo da tutto il mondo e la terza, bellissima, ai più giovani con una piscina Sciorba stracolma di passione. Genova ora deve sognare anche insieme allo sport, la città non ha intenzione di arrendersi e con questa manifestazione noi vogliamo dimostrare sempre più attenzione a tutto il territorio”.

Per Enzo Barlocco, presidente My Sport, “è stata creata fidelizzazione con tutti questi campioni, noi stiamo cogliendo l’enorme sviluppo del movimento nazionale che sta producendo risultati di altissimo livello. Abbiamo premiato quest’anno ben 16 record della vasca, solitamente non si va mai oltre i quattroLa nostra intenzione è quella di legare il campione alla prestazione, in alcuni meeting fanno solo show mentre noi vogliamo che arrivano risultati e così è stato perché comparando i risultati della World Cup con quelli del nostro Trofeo, in alcune tappe, è stato superiore il Sapio”.

Ecco il pensiero di Claudio Zadra, vicepresidente del Comitato Regionale della Federnuoto. “E’ stata una edizione fantastica condotta in maniera magistrale da Genova Nuoto e My Sport. Non bisogna trascurare il valore della terza giornata, perchè certifica l’effetto trascinamento che regala il Sapio, quello che si vede il sabato dai campioni viene poi ripreso sotto il profilo emulatorio dai giovani in arrivo da tutta Italia a partecipare a quello che è uno dei trofei migliori a livello nazionale. Il Sapio è una colonna portante del movimento nazionale e ligure. Adesso Sciorba, a cui dobbiamo tantissimo, meriterebbe di organizzare un campionato assoluto”.

Il Trofeo Nico Sapio prosegue ora su CharityStars dove nei prossimi giorni si potranno trovare i cimeli autografati dalle stelle nazionali e internazionali del Nuoto per la speciale asta “Genova nel Cuore” di Stelle nello Sport dedicata all'emergenza Ponte Morandi. 

ultimi articoli nelle categorie