Giorgio Postiglione, tra Genoa ed Entella

Giorgio Postiglione, super portiere classe 1977, genoano doc

Una vita nel mondo del calcio, ma a 41 anni suonati, il super portierone Giorgio Postiglione

proprio non ci pensa di appendere i guantoni al chiodo. Lui, genoano viscerale, classe 1977, aveva militato sia nelle giovanili del suo amato Grifone, che nella prima quadra dell’Entella, quando i “diavoli neri” galleggiavano in serie D, seguiti da pochi intimi al “Comunale” di Chiavari.
<Per me il match di giovedì sera è stato un grande mix di emozioni. Sono distrutto dalla situazione del Genoa, occorre una scossa, abbiamo toccato il fondo, si può solo che risalire – si confida ai nostri microfoni il numero uno del Pieve, Prima Categoria – Io che sono molto genoano come tutti sanno, mi sono trovato di fronte un pezzetto della mia carriera da calciatore, quell’Entella che ci ha battuti in casa, nonostante le due categorie di differenza. Che dolore, che rabbia, che figura! Però mi fa piacere per la gente dell’Entella dopo il mancato ripescaggio in serie B, si sono presi una soddisfazione storica. Almeno, questa sconfitta è servita per portare sulla panchina del Genoa un grandissimo mister come Prandelli, al posto di un Juric che ha fatto malissimo. L’Entella mi aveva fatto anche la maglia del centenario, faccio parte della storia dell’Entella nel mio piccolo, per me è stato un grande orgoglio aver preso parte di questa società blasonata>.

Di Andrea Bazzurro

ultimi articoli nelle categorie