La nuova vita di Claudio Bello Bellucci

L'ex bomber (era una seconda punta) della Sampdoria anni Novanta, ed anche del Bologna

e del Napoli, tra le altre, Claudio Bellucci, classe 1975 (che in coppia con "Nick" Nicola Amoruso fece sfracelli in una fortissima Primavera blucerchiata, ora ha una nuova vita. Genovese d'adozione, una volta smesso con il calcio a 37 anni, si era dedicato ad un ritorno nella Lanterna, giocando a calcio a 5 con gli amici di sempre, su tutti Attilio Lombardo e soprattutto Ciccio Pedone, ma non era sporadico vederli assieme ad alcuni ex genoani come Marco Nappi o Mario Bortolazzi, disputare partitelle tra amici nei campionati amatoriali o Uisp. Da novembre allena, dopo anni di giovanili alla Sampdoria nei Nazionali, l'Albissola, in serie C. La matricola savonese aveva come mister l'arenzanese Fabio Fossati, ma da quando è subentrato "Bello" Bellucci sono arrivati come per magia gioco e punti. L'ultima sconfitta a Buso Arsizio dalla forte Pro Patria è solo un inciampo in un buon ostacolo. La salvezza non è poi così lontana e sarebbe lo scudetto dell'Albissola, fino a quattro anni fa in Prima Categoria, poi prima in prima, quindi prima in Promozione, prima in Eccellenza (e già qui si parlò di miracolo) ed infine prima in serie D grazie ad una rimonta da primato. Della scorsa stagione, in casa ceramista, sono rimasti appena in tre, la rosa è stata rivoluzionata come un calzino. Ora spetta a Claudio Bellucci portarli alla salvezza, ma non sarà facile.

ultimi articoli nelle categorie